Regolamento interno

INTRODUZIONE

Il presente regolamento definisce l’organizzazione e gli strumenti necessari per la realizzazione del programma educativo della scuola dell’Infanzia Parrocchiale denominata “Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata”, indicato nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa soprattutto in questo tempo di emergenza COVID

E’ stilato dal Comitato di gestione e dal Collegio Docenti.

STATUTO E REGOLAMENTO

Come da Statuto, nella scuola sono istituiti i seguenti Organi Collegiali: Collegio Docenti, Rappresentanti di classe, Assemblea dei genitori e Consiglio di Intersezione. Organo che presiede e gestisce è il Comitato di Gestione. Il Collegio Docenti è formato dalle insegnanti di sezione ed è convocato e presieduto dalla Coordinatrice.  Rappresentanti di classe vengono eletti annualmente dai genitori della sezione in loro rappresentanza. E’ previsto un rappresentanti per sezione. L’Assemblea dei genitori è formata dai genitori dei bambini iscritti. Il Consiglio di Intersezione è formato dal genitore Rappresentante di sezione, dalle insegnanti e del personale A.T.A, dalla Coordinatrice e dal Presidente della scuola.

 

ISCRIZIONE DEI BAMBINI E FORMAZIONE DELLE CLASSI

Sono ammessi i bambini dai due ai sei anni (e comunque nei termini stabiliti dalla legge)

Iscrizione

Per l’ammissione del bambino i genitori presentano una domanda d’iscrizione (comprensivo di assenso al trattamento dei propri dati personali ai sensi della legge sulla privacy) redatta su modulo appositamente predisposto on line accompagnato da copia libretto delle vaccinazioni, al bonifico di pagamento per le spese assicurative e al certificato in carta semplice di residenza.

All’atto dell’iscrizione i genitori sono invitati a visionare nel sito

– Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa

– il Regolamento

–  il Patto di Responsabilità nel rispetto degli interventi e delle misure di sicurezza per la prevenzione e il contenimento della diffusione di SARSCoV-2.

– il Progetto educativo

– il Progetto didattico

– Il Progetto di emergenza COVID

Tali documenti vengono illustrati durante la prima riunione in assemblea coi genitori entro il mese di settembre.

Le iscrizioni si aprono a gennaio per l’anno scolastico successivo. Il periodo di iscrizione viene comunicato tramite affissione all’entrata della scuola, nel sito e pubblicazione nella porta e negli avvisi della chiesa.

Gli ultimi giorni di gennaio sono riservati all’iscrizione dei bambini già frequentanti per l’anno successivo.

Le domande saranno accettate fino al raggiungimento del numero massimo dei posti disponibili stabilito dal comitato di gestione. Nell’accogliere le domande di nuove iscrizioni hanno la precedenza i bambini con, nell’ordine, i seguenti requisiti:

  1. Residenti nel comune di Monticello Conte Otto
  2. Fratelli dei bambini frequentanti residenti nel comune di Monticello Conte Otto
  3. Fratelli dei bambini frequentanti non residenti nel comune di Monticello Conte Otto
  4. Età maggiore, considerando esclusivamente l’anno di nascita

A parità di requisiti le domande sono accolte in base all’ordine di presentazione della domanda stessa. Le domande di iscrizione presentate oltre il termine saranno accolte nell’ordine di presentazione.

All’atto dell’iscrizione è richiesta la ricevuta di pagamento della quota di iscrizione come pure la riconferma d’iscrizione per l’anno successivo accompagnato al libretto delle vaccinazioni e all’autodichiarazione di residenza.

Per qualsiasi chiarimento l’organo di riferimento è il comitato di gestione.

Formazione delle classi

L’assegnazione dei bambini nelle classi è decisa dal Collegio docenti e si seguono tutte le normative legate a questo tempo di emergenza COVID

 

CONTRIBUTO DELLE FAMIGLIE

 Misura del contributo annuale

Il contributo richiesto alle famiglie è stabilito dal Comitato di Gestione, in funzione delle necessità previste per la copertura delle spese fino al pareggio di bilancio.
Il contributo da versare da parte dei genitori è calcolato in base al numero di bambini iscritti alla scuola dell’infanzia, in particolare nel caso di fratelli ci sarà una piccola riduzione.                                                                      Si sottolinea che è responsabilità di entrambi i genitori il rispetto della quota e la puntualità dei pagamenti.

Il versamento della retta per i non residenti nel comune è di 15 euro superiore ai  residenti nel comune di Monticello Conte Otto.

I fratelli hanno uno sconto di 5 euro in meno della retta prevista.

 Il pagamento deve essere fatto entro il 10 di ogni mese, per 10 mensilità dell’anno scolastico.                                                                                                                                                           

Quando in uno o più mesi non vi è stata frequenza anche legata a casi di covid, dovrà comunque essere pagata la quota intera. Sarà successivamente valutata e comunicata dal Comitato di gestione la possibilità di eventuali riduzioni.

 

Servizio di Anticipo e di Posticipo

La scuola apre alle ore 7.30: chi desidera può usufruire dell’entrata anticipata con un costo aggiuntivo alla retta.  Chi è interessato a questo servizio è pregato di avvisare le insegnanti e di versare direttamente con la retta la quota aggiuntiva.

Nel caso in cui un genitore volesse usufruire del servizio di anticipo occasionalmente, il costo è di 3 euro al giorno da consegnare la mattina stessa a scuola all’insegnante.

E’ inoltre disponibile il servizio di posticipo fino alle ore 17.00 e la quota aggiuntiva sarà da versare assieme alla retta mensile. Come per l’anticipo, anche nel posticipo ci sarà la possibilità di usufruire occasionalmente al servizio pagando euro 3 al giorno da consegnare all’insegnante.

I bambini della sezione primavera potranno usufruire al servizio di anticipo e di posticipo dal mese di ottobre

Modalità di versamento

Si invitano i genitori ad utilizzare la formula di “bonifico permanente” per il pagamento (SETTEMBRE-GIUGNO).

Le Coordinate bancarie da usare sono:

UNICREDIT BANCA

Agenzia di Monticello Conte Otto in via F.lli Vianello Moro 3/c intestato a:

Parrocchia San Pietro Apostolo Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata

IBAN IT 55 W 02008 60561 000002743633

La CAUSALE da inserire nel bonifico bancario mensile dovrà essere la seguente:

Nome Bimbo Cognome Bimbo – Retta – Mese Pagamento

Oppure  

Nome e Cognome Bimbo – Retta + Anticipo – Mese Pagamento

Nome e Cognome Bimbo – Retta + Anticipo + Posticipo  – Mese Pagamento

Esempio

Filippo Bianchi – Retta – Ottobre 2018

Filippo Bianchi – Retta + Anticipo – Ottobre 2021

Filippo Bianchi – Retta + Anticipo + Posticipo – Ottobre 2021

 

Orario scolastico

In questo anno 2021-2022 la scuola apre alle ore 7.30 e chiude alle ore 17.00.

Entrate ed uscite sono scaglionate in orari differenti per evitare assembramenti e seguire tutte le normative igienico-sanitarie vigenti.

 

Ritiro

Al ritiro del bambino/a nel corso dell’anno, per cause non riconducibili a motivi medici certificati, saranno dovute due mensilità ridotte come penale di preavviso.                                                                   
Se la famiglia prevede di cambiare residenza è pregata di avvisare con due mesi di preavviso la scuola con autocertificazione scritta.
 

CONVENZIONE

Il contributo dell’amministrazione comunale per coprire parte delle spese di gestione della Scuola dell’Infanzia è regolato da una Convenzione con l’amministrazione comunale.
La scuola si svolge nei locali della Scuola dell’Infanzia di proprietà della Parrocchia San Pietro Apostolo di Monticello Conte Otto che li ha destinati a tale scopo.

SERVIZI

Mensa

  • La scuola organizza il servizio mensa attenendosi alla tabella dietetica approvata dall’Azienda Socio-Sanitaria Locale proponendo un menù a ripetizione ogni quattro settimane.
  • Per i bambini con allergie alimentari è assolutamente necessario il certificato medico dello specialista perché la scuola lo deve presentare all’ULSS
  • Per festeggiare i compleanni verrà fissata una data al mese dove verranno festeggiati tutti i bimbi nati in quel periodo. Sarà compito della scuola fornire i dolci che vengono acquistati al panificio dove la scuola si fornisce (Panificio Conte Otto) Non portare a scuola nessun altro tipo di dolce.

 

Bacheca

All’entrata della scuola è ben visibile una bacheca che riporta tutti gli impegni, gli incontri, gli orari e le vacanze. E’ necessario visionarla ogni giorno.

Gli avvisi più importanti, oltre alla bacheca, vengono spediti a casa tramite mail.

 

CALENDARIO SCOLASTICO

L’anno scolastico segue il calendario regionale e viene stabilito dal Collegio Docenti. Per consentire l’inserimento graduale dei bambini, la scuola inizia con orario ridotto.
Gli orari del periodo di inserimento sono comunicati ai genitori all’inizio dell’anno, pubblicati fuori dalla scuola, tramite mail e nel sito web.

La scuola termina alla fine di Giugno.

Orario giornaliero e settimanale

La scuola è aperta tutti i giorni, escluso il Sabato e le festività religiose e civili riconosciute dalla legge.

 

Entrata

8.00 – 9.00

Uscita intermedia

12.45 – 13.00

Uscita

15.00– 16.00

 

Saranno in vigore le modalità previste dalle Linee guida in materia di contenimento della diffusione del Covid-19. All’entrata i bambini devono essere accompagnati fino al triage di accoglienza oppure in entrata della sezione dopo aver esibito Green Pass al triage.

Le persone che accompagnano i bambini sono obbligate a rispettare tali orari per consentire un corretto svolgimento delle attività didattiche ed evitare assembramenti.

Ogni turno d’entrata e uscita è di 25 minuti . Chi non rispetta l’orario non potrà accedere al servizio.

All’entrata ed in uscita ci sarà l’obbligo di firma per dichiarare, in caso di covid, con chi è stato a contatto tale bambino.

Si affidano bambini solo a persone maggiorenni; i genitori sono obbligati ad avvisare l’insegnante tramite delega se persone estranee verranno a riprendere il bambino.    

L’uscita intermedia è dalle 12,45 alle 13,00 è prevista solo per chi avvisa anticipatamente.

Non sono previste entrate/uscite al di fuori dell’orario scolastico purchè non ci sia un certificato medico che certifichi tale esigenza.                                                                          

 

LA GIORNATA DEL BAMBINO A SCUOLA

  • 7,30-8,00 orario anticipato
  • 8,00- 8,25 prima entrata
  • 8,30-8,55 seconda entrata
  • 9,00 momenti di routine: canti, racconti
  • 9,30-10,00 igiene e merenda
  • 10,00 attivita’ in sezione o all’aperto
  • 11,30 igiene e preparazione al pranzo
  • 12,00 pranzo
  • 45-13.00 uscita intermedia
  • gioco libero e igiene
  • 13,45—14,30 laboratorio in sezione
  • 14,45 igiene e merenda
  • 15,00-15,25 prima uscita
  • 15,30-15,55 seconda uscita
  • 00-17.00 orario posticipato

 

MATERIALE OCCORRENTE

CORREDO PER I BAMBINI PICCOLI E DELLA SEZIONE PRIMAVERA:

– USO DEL GREMBIULE DI QUALSIASI COLORE CAMBIATO OGNI GIORNO

– CAMBIO in una borsetta da tenere nella parte sotto l’armadietto:2 mutandine, pantaloni, calzetti e maglietta intima ed una felpa o maglia manica corta (Il cambio personale deve essere completo ed adeguato alla stagione; inoltre chiediamo un abbigliamento comodo e scarpe con lo strappo)

-PANNOLINI e 1 CONFEZIONE SALVIETTE UMIDIFICATE per la sezione primavera

-SACCHETTO con bavaglia di gomma per sezione primavera.

-MATERIALE SCOLASTICO PERSONALE:12 colori a cera (meglio senza cartina), 12 colori a pennarello Giotto turbo maxi, un astuccio con due tasche per i colori (no per la sezione primavera), , una cartellina portadisegni con spessore

-PER LA NANNA: un asciugamano da spiaggia, una copertina TUTTO CONTRASSEGNATO DAL NOME. Ogni genitore porterà le copertine pulite e le cambierà ogni primo lunedì di ogni settimana!

– 5 fototessere usate come contrassegno

– un paio di ciabattine di gomma

CORREDO PER I BAMBINI MEDI E GRANDI

– USO DEL GREMBIULE DI QUALSIASI COLORE CAMBIATO OGNI GIORNO

 – CAMBIO in una borsetta da tenere nella parte sotto l’armadietto:2 mutandine, pantaloni, calzetti e maglietta intima ed una felpa o maglia manica corta (Il cambio personale deve essere completo ed adeguato alla stagione; inoltre chiediamo un abbigliamento comodo e scarpe con lo strappo)

-MATERIALE SCOLASTICO PERSONALE:12 colori a matita, 12 colori a pennarello Giotto turbo maxi, un astuccio con due tasche per i colori, una risma di carta A4, una cartellina portadisegni con spessore, una confezione fazzoletti

– UN PAIO DI CIABATTINE DI GOMMA

 

COLLOQUI CON L’INSEGNANTE

L’insegnante è disponibile per i colloqui con i genitori necessariamente concordati.
Nel corso dell’anno scolastico si svolgono almeno due incontri dell’insegnante con tutti i genitori della classe, per comunicare la programmazione e le valutazioni delle attività educativo- didattiche. Sarà possibile che in questo anno i colloqui vengano fatti tramite video conferenza.

 

INDICAZIONI VARIE:

  • Per nessun motivo lasciare i bambini all’ingresso della scuola, senza averli affidati all’insegnante;
  • Non sostare più del necessario in entrata della scuola al momento dell’entrata e dell’uscita;
  • NO GIOCHI: non è consentito portare a scuola giochi personali
  • E’ previsto l’uso del pannolino per i bambini della sezione Primavera, come pure l’uso del succhiotto dentro apposito contenitore con nome con l’obiettivo di toglierlo entro breve tempo
  • Le insegnanti non possono somministrare farmaci e medicinali ai bambini a meno che non siano farmaci salvavita.

 

COLLABORAZIONE COLLEGIO DOCENTE- RAPPRESENTANTI DI CLASSE

Il corpo docenti si avvale della collaborazione di un comitato di rappresentanti dei genitori nominati all’inizio dell’anno scolastico (1 rappresentante per sezione) per le principali decisioni dell’anno riguardanti la scuola.

 

COMPORTAMENTI IN CASO DI MALATTIA

Per l’a.s. 2021-2022 resteranno in vigore le disposizioni previste dalla situazione di emergenza.                               – – In caso il bambino venga dimesso da scuola perché dimostra evidenti segni di malattia (febbre, vomito, dissenteria ecc.) sarà riammesso a scuola almeno 1 giorno dopo l’avvenuta dimissione. In linea generale per la riammissione alla frequenza delle comunità della prima infanzia non è sufficiente l’assenza di sintomi di malattia, bensì è necessario che il bambino si sia ristabilito al punto da poter partecipare adeguatamente alle attività scolastiche e non richieda cure particolari che il personale non sia in grado di garantire senza pregiudicare l’assistenza agli altri bambini. Eventuali assenze dovranno essere motivate all’insegnante con comunicazione scritta in carta semplice oppure compilando il modulo di autocertificazione predisposto nel sito.

-Quando i bambini sono colpiti da malattie infettive (anche nel caso di pidocchi), i genitori DEVONO obbligatoriamente avvisare la scuola tempestivamente

-Nel caso in cui ci dovesse essere un infortunio, devono essere presentati i documenti entro il giorno successivo all’accaduto altrimenti la scuola non risponde.

 

NORMA SULLA SICUREZZA E PULIZIA DEGLI AMBIENTI

Gli ambienti della scuola sono adeguati alla normativa vigente sulla sicurezza e antincendio, in base al piano d’intervento. É presente un piano di gestione delle emergenze e il personale è formato alla gestione dell’evacuazione e del pronto soccorso.
Il responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è un consulente esterno designato dal Legale Rappresentante della Scuola.

Nell’ambito della giornata gli ambienti vengono igienizzati più volte e viene fatta igienizzazione giornaliera dei giochi

  

NORME IGIENICO-SANITARIE VIGENTI IN PERIODO COVID

-Si raccomanda il distanziamento fisico tra adulti e no assembramenti

-Si usa il grembiule e si chiede di cambiarlo ogni giorno

-Si assicura la rigorosa igiene delle mani del personale e l’uso di mascherina. L’uso della visiera è d’obbligo per cambiare i bambini

-E’ responsabilità del genitore accompagnare il proprio figlio a scuola con temperatura inferiore a 37,5

– La mattina all’entrata viene misurata la temperatura che deve essere inferiore a 37,5

-E’ fondamentale che qualunque persona o bambino che presenta sintomi che possano far sospettare un’infezione (a titolo di esempio non esaustivo: anosmia, ageusia, febbre, difficoltà respiratorie, tosse, congiuntivite, vomito, diarrea, inappetenza) non faccia ingresso nella struttura e venga invece invitata a rientrare al domicilio e a rivolgersi al medico curante. Fondamentale è la collaborazione con i genitori che non dovranno portare il minore a scuola in caso di sintomatologia sia del minore stesso che di un componente del proprio nucleo familiare, rivolgendosi al pediatra o al medico di medicina generale per le valutazioni del caso.

 

Genitori dei bambini

-Ai genitori (o accompagnatori) non è consentito l’accesso alla struttura ad eccezione che per l’area accoglienza/commiato se sprovvisti di Green Pass.

– Ai genitori non è consentito sostare negli spazi esterni (inclusi piazzale o parcheggio antistante) per chiacchierare con altri genitori.

– I genitori devono sempre essere muniti di apposita mascherina correttamente posizionata.

Nel caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, in ambito scolastico

  • L’operatore scolastico che viene a conoscenza di un alunno sintomatico deve avvisare il referente scolastico per COVID-19.
  • Il referente scolastico per COVID-19 o altro componente del personale scolastico deve telefonare immediatamente ai genitori/tutore legale.
  • Ospitare l’alunno in una stanza dedicata o in un’area di isolamento.
  • Procedere all’eventuale rilevazione della temperatura corporea, da parte del personale scolastico individuato, mediante l’uso di termometri che non prevedono il contatto.
  • Il minore non deve essere lasciato da solo ma in compagnia di un adulto che preferibilmente non deve presentare fattori di rischio per una forma severa di COVID-19 come, ad esempio, malattie croniche preesistenti e che dovrà mantenere, ove possibile, il distanziamento fisico di almeno un metro e la mascherina chirurgica fino a quando l’alunno non sarà affidato a un genitore/tutore legale.

. § Dovrà essere dotato di mascherina chirurgica chiunque entri in contatto con il caso sospetto, compresi i genitori o i tutori legali che si recano a scuola per condurlo presso la propria abitazione.

  • Fare rispettare, in assenza di mascherina, l’etichetta respiratoria (tossire e starnutire direttamente su di un fazzoletto di carta o nella piega del gomito). Questi fazzoletti dovranno essere riposti dallo stesso alunno, se possibile, ponendoli dentro un sacchetto chiuso.
  • Pulire e disinfettare le superfici della stanza o area di isolamento dopo che l’alunno sintomatico è tornato a casa.
  • I genitori devono contattare il PLS/MMG per la valutazione clinica (triage telefonico) del caso.
  • Il PLS/MMG, in caso di sospetto COVID-19, richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al DdP.
  • Il Dipartimento di prevenzione provvede all’esecuzione del test diagnostico.
  • Il Dipartimento di prevenzione si attiva per l’approfondimento dell’indagine epidemiologica e le procedure conseguenti.
  • Se il test è positivo, si notifica il caso e si avvia la ricerca dei contatti e le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione clinica (cioè la totale assenza di sintomi). La conferma di avvenuta guarigione prevede l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Se entrambi i tamponi risulteranno negativi la persona potrà definirsi guarita, altrimenti proseguirà l’isolamento. Il referente scolastico COVID-19 deve fornire al Dipartimento di prevenzione l’elenco dei compagni di classe 10 nonché degli insegnanti del caso confermato che sono stati a contatto nelle 48 ore precedenti l’insorgenza dei sintomi. I contatti stretti individuati dal Dipartimento di Prevenzione con le consuete attività di contact tracing, saranno posti in quarantena per 14 giorni dalla data dell’ultimo contatto con il caso confermato. Il DdP deciderà la strategia più adatta circa eventuali screening al personale scolastico e agli alunni.
  • Se il tampone naso-oro faringeo è negativo, in paziente sospetto per infezione da SARS-CoVID a giudizio del pediatra o medico curante, si ripete il test a distanza di 2-3 gg. Il soggetto deve comunque restare a casa fino a guarigione clinica e a conferma negativa del secondo test.
  • In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19 (tampone negativo), il soggetto rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del PLS/MMG che redigerà una attestazione che il bambino/studente può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19 di cui sopra e come disposto da documenti nazionali e regionali.

Nel caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, presso il proprio domicilio

  • L’alunno deve restare a casa.
  • I genitori devono informare il PLS/MMG.
  • I genitori dello studente devono comunicare l’assenza scolastica per motivi di salute.
  • Il PLS/MMG, in caso di sospetto COVID-19, richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al DdP.
  • Il Dipartimento di prevenzione provvede all’esecuzione del test diagnostico.
  • Il Dipartimento di Prevenzione si attiva per l’approfondimento dell’indagine epidemiologica e le procedure conseguenti.

RAPPORTI CON LA FISM PROVINCIALE

I rapporti con la sezione provinciale della FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) sono mantenuti dalle insegnanti e da un membro del Comitato di Gestione.